Save0001I bambini solo un po’ di acqua ti han chiesta

sei sicuro che potrai esaudire la loro richiesta?

Arrivi all’acqua con coraggio e senza esitazione

immagini i bambini quando sarai tornato, che eccitazione!

 

 

03-03-0125(2)L’acqua scorre limpida fra le tue dita, sei tentato

solo un sorso, e saresti dissetato.

Giammai! Io bere e il mio signore assetato?

Non berrò prima di avergli l’acqua consegnato

 

 

 

 

Save0002Dopo che la borraccia hai riempito

il nemico non ti dà tregua, sei ferito, 

 

 

 

 

 

 

 

Save0003come puoi portare l’acqua senza mani?

Chi dirà ai bambini che i loro lamenti sono ormai vani?

Chiami tuo fratello per l’ultimo saluto.

Chi dirà a Zaynab, ora che Abulfazl martire è caduto,

 

 

 

 

Save0004il nemico di attaccare le tende non ha più paura,

non c’è più chi con coraggio se ne prendeva cura?

Alì Asghar simbolo d’innocenza a Karbalà
Dopo il suo martirio la gente cosa dirà?

Cosa diranno di un martire di sei mesi?
Di quei pianti con la morte sospesi

Chissà Husayn cosa avrà pensato
Quando a sua madre lo ha dato
Dopo che la sua famiglia è stata imprigionata
E la loro sete è stata dissetata

Chissà Rubab cosa avrà provato
Sentendo che il suo latte è tornato

La culla del suo bambino le viene in mente
Però né gemito né pianto sente

La notte pensando che sta piangendo si sveglia
Le sembra di vedere l’Imam che cullandolo è in veglia

Ecco che Muharram è arrivato

il mese dell’Imam, martire assetato

Piangono per lui i più devoti musulmani

e coloro che hanno sentimenti umani

Grazie al suo martirio è vivo l’Islam

vendicherà il suo sangue l’ultimo Imam

Mahdi (aj) la spada sguainerà


contro coloro che hanno sfidato Allah

Libri tradotti

Di quaranta volte mille, vecchia sono,
generare più non voglio.

Ma voi che giovani siete procreare potete.

Bambini al mondo donate e figli a Dio consacrate,
sulla via dello studio e della scienza,
della letteratura e filosofia avviate.

Tanti bambini, tanti figli,
tanti libri, dall’arabo e persiano tradotti.
Siamo tanto stanchi,
sconsolati e tristi,
di sempre portare gli stessi stracci,
di meschinità patacchiati e di ignoranza puzzolenti.

Abbiamo tanto bisogno di indossare gli abiti nuovi della consapevolezza,
in elegante stoffa tagliati e cuciti,
puri e puliti,
di conoscenza e sapienza profumati.
Per poterci riparare dai freddi siderali,
delle congelate menti dei nemici.

Per poterci rinfrescare dal caldo bollente dell’oppressione di noi stessi.

Per poterci presentare al perpetuo Appuntamento
e l’Alleanza primordiale rinnovare.

(Anna)

Ecco che Muharram è arrivato

il mese dell’Imam, martire assetato

Piangono per lui i più devoti musulmani

e coloro che hanno sentimenti umani

Grazie al suo martirio è vivo l’Islam

vendicherà il suo sangue l’ultimo Imam

Mahdi (aj) la spada sguainerà


contro coloro che hanno sfidato Allah

Piccolo soldato americano,

i tuoi sogni sono svaniti
nella polvere del deserto
qui, vicino a Karbala:

gli occhi ancora aperti,
la bocca socchiusa,
il fucile ancora in mano,
hai ucciso e sei morto.

Tu non sai che secoli fa

un uomo santo giaceva proprio lì,
nella polvere del deserto
ucciso dai suoi sogni di pace.

Per quell’uomo santo

hanno pregato uomini e donne,
hanno costruito un tempio
con lacrime e amore.

Per te nessuno verrà
a posare un piccolo fiore,
nessuno conoscerà il tuo nome,
tu, ucciso da sogni di guerra.
(Nur-ul-Huda Mignani)
È la voce di Muhammad, la generosità di Khadija,i passi di Hasan,
il sangue di Husseyn,
il coraggio di Zeinab,
morta con Mohsen.
È lei, Bibi Fatimah.