Storia

È la sera del matrimonio di una giovane, una giovane diversa da tutte le figlie di re e imperatori, una fanciulla che ha raggiunta la perfezione con gli insegnamenti coranici.

Si sente qualcuno bussare alla porta: una donna anziana che chiede un abito vecchio in elemosina dalla casa del Profeta (s).

La giovane sposa ricorda il versetto del Corano che recita: "Non raggiungerete il bene finché non donerete di ciò che [più] amate".

Qual è la cosa che ama di più una fanciulla il giorno del suo matrimonio? Non è forse il suo abito da sposa?

La giovane dona il suo abito da sposa alla donna e sa che anche il suo sposo sarà contento del suo gesto.

010Genitori!

Sappiate che l’unica cosa che darà felicità ai vostri figli in questo mondo e nell’altro è un’educazione basata sugli insegnamenti coranici.

Giovani spose!

Scegliete un marito che condivida le vostre idee religiose.

La cerimonia nuziale è un’esperienza unica, ma non è tutto ciò che conta. Rendere felice un’altra persona ha un valore molto superiore a qualche ora di felicità nella vostra vita e ha un grande merito.

Giovani sposi!

Abbiate rispetto per gli ideali delle vostre mogli che sono in accordo con gli insegnamenti coranici e religiosi, anche se in contraddizione con gli usi e costumi locali.

La figlia della Guida della comunità islamica è seduta in una stanza, intanto il suo futuro marito e suo padre stanno parlando del mahr.
In passato molti uomini ricchi erano venuti a chiedere la sua mano. Si ricorda ancora di sua madre che aveva speso tutte le sue ricchezze per la diffusione dell’Islam.
Ella sa che il suo futuro marito non possiede molti beni di questo mondo. Sa che il mahr è un modo attraverso cui l’uomo dimostra il suo affetto per la moglie e dev’essere tale che quando la moglie lo richieda, egli abbia la possibilità di donarglielo.
Il futuro marito ha detto al Profeta (s) quali sono i beni che possiede ed egli gli ha ordinato di venderne una parte e con essa comprare ciò di cui ha bisogno per i preparativi del loro matrimonio.
Ora la fanciulla deve dire cosa ne pensa del suo mahr. Ella, rivolgendosi al suo nobile padre, gli dice: “Il mahr delle altre giovani consiste di denaro o beni terreni, io voglio che il mio sia diverso: voglio che il mio mahr sia l’intercessione per i peccatori della ummah islamica nel Giorno del Giudizio!”.
Giovani!
Siate sinceri nel dire quali sono le vostro possibilità economiche, non fate promesse che non potrete mantenere!
Fanciulle!
Cercate la semplicità, ché la felicità è nascosta in essa!
Mamme e papà!
Chiedere un mahr molto alto non ha mai garantito la felicità di nessuno. Un mahr superiore a quelle che sono le possibilità economiche del futuro sposo, è la sua prima bugia a vostra figlia e il primo modo in cui tradisce la vostra fiducia. Non costringetelo a mentire e tradirvi!
Il padre è seduto di fronte alla figlia e sta parlando del giovane che oggi è venuto a chiedere la sua mano. Fino ad oggi tutte le volte che avevano un incontro del genere, la figlia mostrava con il suo comportamento di essere contraria. In un’epoca in cui la vita delle figlie era in mano ai loro padri, è sorprendente che egli venga a chiedere il parere di sua figlia. Però questa volta la reazione della figlia è diversa, il suo silenzio significa che è d’accordo. Allora il padre esce dalla stanza per dire ad Alì (a) che la risposta di Fatima (a) è positiva.
Mamme e papà!
Le scelte delle vostre figlie per il futuro dipendono dall’atmosfera in cui le avete fatte crescere. Se le avete educate religiosamente in modo corretto, anche le loro scelte saranno basate sui criteri islamici.
Ragazze!
La scelta del coniuge dev’essere accompagnata dal parere dei genitori. La felicità in un matrimonio si raggiunge solo con le ricchezze spirituali e etiche.
Mamme!
Crescete i vostri figli in modo che, anche senza la vostra presenza, possano sentirsi in confidenza con il loro padre.