Il Profeta salutava sempre prima di tutti. Un giorno una persona decise di salutare per primo il Profeta, così si nascose dietro al muro. Quando il Profeta passò per quella via, l’arcangelo Gabriele lo avvertì della presenza dell’uomo. Quando il Profeta arrivò vicino al muro disse: “Ehi tu che ti nascondi dietro al muro: pace a te! (salamun alaykum)”. Neanche quell’uomo riuscì a salutare il Profeta per primo.

(Traduzione dal persiano di Fatima Emami, 10 anni, e disegno di Mahdi Emami, 7 anni)